Sara Ravelli

Artista

Intervista all'artista

Ad ognuno di voi è stata assegnata un’azienda diversa, tutte specializzate in un settore specifico e particolare. Quale tipo di azienda ti è stata assegnata?

La Persico di occupa di fabbricare macchine, utensili, presse, sistemi di produzione automatici, stampaggio industriale.

Non conoscevate la realtà dell’azienda prima di incontrarli. Quale è il primo impatto che hai avuto con l’azienda? Cosa è cambiato da quel primo impatto ad oggi?

La prima impressione è stata quella di entrare in un luogo esteticamente pulito, organizzato, denso di lavoro, di macchine industriali affascinanti e di strumenti che non so usare. Direi che non è cambiato nulla dalla prima impressione tranne il fatto che ora mi muovo liberamente per lo spazio che prima mi sembrava tanto estraneo ed ora non lo è più.

La relazione con questa azienda, che spunti ti ha dato? Su cosa hai iniziato a ragionare in questo periodo di ricerca?

Più che di spunti parlerei di desideri. Stando a contatto con la produzione e con i materiali ho sentito l’esigenza di interrompere alcuni processi, di prendere in considerazione la rottura, la sospensione come punti di partenza per il lavoro. Ho iniziato a ragionare sul materiale scelto, cercando di sfruttarlo nel miglior modo possibile per le sue specificità tralasciando - per presa di posizione - la funzionalità.

Portfolio

Idea esemplificativa

Per il progetto Arteimpresa ho pensato a delle sculture in fibra di carbonio. Vorrei ricoprire con il materiale dei rottami inutili e spigolosi – traccia di incidenti e collisioni – usandoli come matrice. Replicando la superficie malmessa dei rottami, allo stesso tempo uniformandola elegantemente, vorrei creare delle sculture seducenti. Trasformerò questi residui non più funzionali in oggetti resistenti, realizzando delle sculture - reperto che possano essere contestualizzate in un futuro prossimo. Sottraendoli all’azione del tempo grazie alla specificità del carbonio: il lavoro è il tentativo di congelare nella resistenza del materiale l’istante in cui la collisione fra due corpi produce una trasformazione formale dell’oggetto – un incontro violento e determinante.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci per ottenere informazioni, ti ricontatteremo al più presto.

Contattaci